INTER-PORDENONE 5-4 (d.c.r.): death or glory

PAGELLE INTER


PADELLI 7
: Migliore in campo dell’Inter. Rendiamoci conto.

NAGATOMO 5.5: Uno dei più ordinati della compagine nerazzurra. Riesce ad arginare senza eccessive sbavature il giocatore di serie C sulla propria fascia.

RANOCCHIA 6: Voto d’incoraggiamento un po’ perché da lui ci si aspettano sempre disastri e un po’ perché uno come lui, con la sua storia personale, poteva crollare psicologicamente durante una serata del genere. Invece si frappone con determinazione agli arrembaggi dei giocatori di serie C che gli si avventano contro con il coltello tra i denti.

SKRINIAR 5.5: Anche lui riesce a tenere botta contro i giocatori di serie C che pur di segnare a San Siro venderebbero tranquillamente qualche organo interno.

DALBERT 4.5: Appello ai cinesi: ci serve un terzino sinistro.

Dal 35’ st. ICARDI 5.5: Prende un palo e riesce ad aprire qualche spazio per i centrocampisti, dato che i difensori della squadra posizionata al quinto posto della serie C sono ovviamente terrorizzati da lui.

GAGLIARDINI 5: I giocatori del Pordenone stanno giocando la partita della vita e quindi corrono almeno il doppio di quanto lui sia capace di fare.

KARAMOH 2: Avete presente quell’azione di Balotelli al City in cui lui prende palla nell’area piccola, cammina annoiato verso il portiere e invece di tirare prova una veronica che finisce vergognosamente fuori dalla linea di fondo? Moltiplicate questa cosa per 10 e avrete la prestazione di Karamoh. Spero di non rivederlo mai più con i nostri colori addosso, men che meno con il 17 del mai troppo compianto Gary Medel, uno che in serate come questa sarebbe servito come il pane.

Super Mario, sei tu!?

Dal 22’ st. PERISIC 6: L’unico a sembrare effettivamente un giocatore di serie A, data la differenza evidente tra lui e tutti gli altri in campo, sia tecnica che fisica. Purtroppo però di fronte si trova un muro di gente che piuttosto che farlo passare sarebbe disposta a morire gridando ‘PER IL VALHALLA!’, e quando ha le occasioni giuste per le zampate finali sbaglia piuttosto clamorosamente.

VECINO 5: Fino alla fine sembra non rendersi conto di cosa stia succedendo.

CANCELO 6.5: Insieme a Padelli è l’unico a non dover temere una caricata di mazzate negli spogliatoi da parte di Spalletti. È il giocatore che prende più palloni e tendenzialmente anche quello che sembra avere qualche idea di cosa farne.

EDER 4: Inizia spavaldo pensando di stare giocando un’amichevole estiva contro la rappresentativa dell’oratorio di Squinzano, ma nel giro di una ventina di minuti abbassa le orecchie e per il resto della partita gioca impaurito e impacciato.

PINAMONTI 4: Impalpabile. Forse la quinta in classifica della serie C era una prova troppo impegnativa per questo povero piccolo pulcino bagnato.

Dal 1’ st. BROZOVIC 4: Broccovic.

SPALLETTI sv: Volevo inizialmente mettergli 10 e scrivere che ora ho finalmente capito perché schiera sempre la medesima formazione, ma al 120’ minuto avrei voluto sparare anche a lui. Spero solo che a gennaio i cinesi corrano ai ripari mettendo qualche pezza, perché è ormai chiaro che se ci si infortuna qualche titolare qua rischiamo di fare figure di merda che neanche l’Inter di quindici anni fa o il Milan attuale.