INTER–UDINESE 1-3: la leggenda dei terzini straordinari

PAGELLE INTER


HANDANOVIC 6
: Incolpevole sui gol, si frappone bene a un tiro pericoloso di Lasagna.

D’AMBROSIO 6.5: Si batte come un leone come al solito, ma nel secondo tempo Spalletti è costretto ad accentrarlo spegnendone così l’impeto.

SKRINIAR 6.5: L’Udinese arriva spesso in superiorità numerica, ma – al netto di un paio di fisiologiche sbavature – frappone il solito muro, spesso con una certa classe. Prende una traversa di testa che avrebbe potuto cambiare il corso della partita.

MIRANDA 6.5: Per la prima volta, gioca anche meglio di Skriniar.

SANTON 4: È un giocatore mentalmente debole, a cui a volte basta un piccolo errore per inficiare un’intera prestazione. Oggi ha sulla coscienza 2 gol, e lo sguardo colpevole con cui aspetta la decisione dell’arbitro durante la pausa-VAR è più eloquente di mille parole. Spiace, perché ci siamo quasi affezionati dopo averlo visto crescere coi nostri colori, ma ormai è chiaro che non è da Inter.

Calciatori non da Inter.

KARAMOH 5: Mi sembra il prototipo del giocatore fumoso e inconcludente. Mi si dice di dargli il beneficio del dubbio per la giovane età, ma qui non si parla di inesperienza o di incapacità di sapersi gestire atleticamente: si parla proprio di flemma e supponenza. Il talento che si vede a sprazzi è un’aggravante.

VECINO 5.5: L’Udinese è tutta compressa nella propria metà campo, e lui non riesce a trovare spazi per proiettarsi in avanti.

EDER 5: Irriconoscibile rispetto al giocatore esplosivo di inizio campionato.

BORJA VALERO 6: Nel primo tempo interpreta bene il proprio ruolo, ma nel secondo crolla come un po’ tutta la squadra.

BROZOVIC 5.5: Alterna buone giocate d’istinto a palloni buttati via senza senso.

GAGLIARDINI 6: Vale il discorso di Borja Valero, con l’aggravante che dalle sue parti l’Udinese nel secondo tempo tende a passare con un po’ troppa facilità.

CANDREVA 5.5: D’accordo, gli unici due cross vincenti (gol di Icardi e traversa di Skriniar) sono suoi, ma, includendo pure angoli e punizioni, questo ha crossato almeno trenta volte e quasi sempre a vuoto. Capisco tutto, ma a me sembra assurdo anche da un punto di vista statistico. O sbaglio? Per il resto si muove bene, ma se salti l’uomo con grinta e caparbia e poi mandi la palla affanculo a me non è che cambia molto.

PERISIC 6: Buon primo tempo, si affloscia nella ripresa.

ICARDI 6: Ha il merito del gol, ma non sfrutta a dovere un paio di altre occasioni, anche se non limpidissime.

SPALLETTI 6: L’Inter interpreta la gara molto bene, ma dopo il doppio orrore di Santon c’è un crollo evidente. Bene togliere il terzino, che era evidentemente in bambola, ma dare fiducia a Karamoh si rivela ancora una volta uno sbaglio. La sua più grande colpa, comunque, è non aver saputo dare una scossa alla squadra.