Juve bestiale, Benevento eroico

PAGELLE JUVE

Szczęsny 4 In realtà, questo pomeriggio, in porta c’era il Travis Walton di “Bagliori nel buio”: Chi sono, dove mi trovo? Che ci faccio qui? Perché le sonde anali!?

De Sciglio 6 Corda e sgabello unica via.

Rugani 5 Pallone d’Oro.

Chiellini 5 Al 25esimo diventa bello dopo un’eccezionale craniata con Chibsah.

Alex Sandro 4,5 La punizione di Ciciretti nasce da una sua ennesima idiozia. Ah, già: tira fuori dal cilindro il cross vincente per Cuadrado. Che porcheria di uomo.

Marchisio 4 Non era titolare dalla prima di Campionato. Speriamo di non rivederlo mai più vivo.

Matuidi 6 Fa da sponda sul gol di Higuain. È la rappresentazione horror della menomazione mentale.

Cuadrado 5,5 Una diarrea fumante. Ma ha segnato il 2-1! Sono 35 sul campo!!1!1! Ma vaffanculo.

Higuain 7 Pareggia e da lì in poi suona la carica percuotendosi la trippazza come uno schizoide.

Vota Antonio La Trippa! (On. Antonio La Trippa)

36′ st. Bernardeschi 5,5 Smorfiosetta.

Dybala 3,5 Il nuovo Julian Ross.

42′ st. Bentancur s.v.

Douglas Costa 6,5 Al 12esimo coglie un palo grottesco. Non contento si ripete al 15esimo, ma nella circostanza è la traversa a salvare quel babbo di Brignoli. Spinge parecchio e per quanto mi riguarda è l’unico professionista, a tinte bianconere, visto oggi in quel di Torino.

33′ st. Mandzukic 5 Con la struttura fisico-atletica che si ritrova è stato un azzardo buttarlo nella mischia ad un quarto d’ora dal termine. E di fatti… Vabbeh, buonanotte ai livornesi (semicit.).

All. Allegri 4 Neppure la Juve di Ferrara/Del Neri toccò simili apici di ribrezzo. Morale della favola? Max viene stuprato tatticamente dall’Esimio Professor De Zerbi. Acciuga minorata.

 

PAGELLE BENEVENTO

Brignoli 6,5 Va vicinissimo ad un autogol nauseabondo, ma il legno lo grazia. Al 34esimo neutralizza splendidamente una botta ravvicinata del Nuovo Rui Costa. Innocente sulle marcature.

Venuti 5,5 Non di rado va in confusione.

Djimsiti 5,5 Arranca tremendamente perché gli tocca misurarsi con l’ispirato Douglas Costa.

Antei 6 Ottimo per 45 minuti. Nel prosieguo si affloscia.

Di Chiara 6,5 Si prodiga in un lavoro sfiancante. Pungola e rincula senza soluzione di continuità.

Lazaar 7 Il difensore marocchino macina chilometri in quantità industriale. Si sfianca e abbandona il campo stremato.

16′ st. Lombardi 4 Ma dove Cristo stava andando durante l’azione del 2-1!? La chicca che partorisce meriterebbe il Premio Nobel per la chimica. Aberrante.

Ciciretti 7,5 La pennellata su calcio piazzato (che consente ai Sanniti di portarsi incredibilmente in vantaggio) è meravigliosa tanto quanto i tatuaggi che ha sul collo. (S)pregiudicato.

Certe cose prima si fanno e poi si dicono (Totò Riina).

Chibsah 5,5 Il ghanese ha soprattutto un limite: eccedere con la voglia di mettersi in mostra.

Viola 6,5 In mediana si comporta egregiamente.

Cataldi 6,5 Mette paura a Szczęsny con un destro che poteva valere il 2-2. Utile.

42′ st. Parigini s.v.

Armenteros 5 Attaccante svedese (di origini cubane) che di scandinavo avrà solo i peli ascellari.

25′ st. Coda s.v.

All. De Zerbi 7,5 Imbriglia i bianconeri in una maniera a dir poco stupefacente: il Benevento chiude gli spazi, riparte, sgomita e per un pelo non compie l’impresa del secolo. Un vero peccato l’esito del match, ma la performance regalata oggi dagli Stregoni è finalmente confortante.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto» (Charles Baudelaire).