Juve facile, Chievo vago

PAGELLE JUVE

Szczęsny 6,5 Dimostra di essere da Juve facendosi trovare pronto su una pericolosa staffilata di Radovanović. Buffon, sparisci.

Lichtsteiner 6 Oggi Allegri gli fa omaggio della fascia da capitano. Dai, grandissima consolazione dopo l’esclusione dalla lista Champions. Ahah povero stronzo.

Benatia 6 Evita l’1-1 su respinta di Szczęsny. Attento.

Rugani 6 Non va mai fuori posizione. D’accordo, aveva di fronte dei cadaveri ambulanti.

Asamoah 6,5 Tanto impegno da parte del ghanese. È un uomo sexy, soprattutto quando salta l’avversario scaricando poi dietro illogicamente. Sorvolo, invece, sulle palle buttate comicamente in fallo laterale. Che razza di sgorbio portentoso.

Matuidi 6 Spesso vuole strafare, ma non sfigura. È più brutto di Mariangela Fantozzi.

Douglas Costa 6,5 Approccio buono, ma va a sprazzi. Quel genio di Adani, nel post partita, si è permesso di definirlo il Cuadrado mancino (…): Daniele, tu sei già morto e non lo sai.

9′ st. Dybala 8 Impatto maestoso sul match: sfiora il 3-0 con una giocata che, se gli fosse riuscita, avrebbe fatto venir giù lo stadio. L’appuntamento col 5° centro in Campionato è solo rimandato: si rifà mezz’ora dopo con una serpentina vincente atta prima a mandare in coma quel rammollito di Gamberini per poi castigare Sorrentino. Champagne: guida alla degustazione perfetta.

Lo champagne aiuta la meraviglia (George Sand).

Pjanić 7,5 Al 16esimo (punizione dalla destra) propizia l’autogol di quel menomato di Hetemaj. Più tardi costringe Sorrentino a volare per evitare il 2-0. L’assist per il Pipita, che vale il 2-0, è un vero e proprio confetto. In generale detta i tempi, orchestra la manovra squisitamente ed è addirittura rapidissimo (!). Viva la droga tagliata bene.

Sturaro 6 Strappatemi il fegato (va bene anche senza anestesia).

31′ st. Bernardeschi s.v. Innesca l’azione che permette a Dybala di realizzare il 3-0.

Higuain 6,5 Firma il 2-0. Li mortacci della pasta asciutta.

Mandzukic 6 Supermario non si arrenderebbe manco se avesse una lama puntata alla giugulare: ragion per cui è stato un incubo atroce vederlo uscire per colpa di un trauma contusivo.

38′ st. Bentancur s.v.

All. Allegri 6,5 Tutto come previsto (dopo i primi 3 turni): Juve a quota 9 punti in classifica. E martedì – nell’esordio in Coppa Campioni – c’è il Barcellona al Camp Nou: auguri e figli Mandzukic.


PAGELLE CHIEVO

Sorrentino 5,5 Quest’idolo, in quel di Torino (sponda Juve), è dal Triassico Superiore che fa incetta di pere rotanti. È davvero un fuoriclasse.

Dainelli 5 Definirlo impedito non renderebbe comunque l’idea.

Gamberini 5 “Vi supplico, svegliatemi quando Dybala se ne andrà a dormire”.

Cacciatore 5,5 Nel 2013 segnò la sua prima rete in A proprio contro la Juve. Ricordo ancora la sua leggiadra esultanza: tipica di un minorato psichico col pannolone sgommato.

Gobbi 5,5 La mediocrità, questo pomeriggio, ha un nome e cognome: Massimo Gobbi.

Radovanović 6 Al 26esimo impegna severamente Szczęsny con una velenosa botta su calcio piazzato. Non fa miracoli, ma quantomeno ci mette il cuore.

Castro 5 Al 40esimo palesa tutto il suo disagio non sfruttando un’incursione laterale: complimenti per l’ignobile non-controllo.

Birsa 5,5 Nella ripresa fa la barba al palo tramite punizione. Il centrocampista sloveno non di rado cerca il jolly dalla distanza, ma in realtà i suoi tentativi non spaventano neppure gli insetti.

Siamo sicuri che un insetto sia meno cosciente di noi? (Pasquale Cacchio).

Hetemaj 4,5 Quel funambolico alcolizzato a nome Marocchi lo ha elogiato per un quarto d’ora, ovvero fino a quando il finlandese non ha causato goffamente l’1-0 (non contento becca anche il giallo per irregolarità su Asamoah). Che dire? Due minorati al prezzo di uno.

23′ st. Rigoni 6 Esimio Rolando Maran, senta: la prossima volta, a Nicolino, facciamolo titolare. Ok?

Inglese 5,5 Si dà parecchio da fare, ma corre a vuoto nonostante le innumerevoli opzioni offensive che i compagni confezionano per lui.

31′ st. Léris s.v.

Pucciarelli 5,5 Applausi scroscianti per il gemellaggio stipulato con Inglese.

21′ st. Pellissier 6 Poteva accorciare le distanze al 78esimo, ma la sua inzuccata esce di un soffio. Io, il buon Sergio, lo farei giocare sempre e comunque. Sì, anche a 80 anni.

All. Maran 5,5 Il Chievo regge in modo apprezzabile nella prima frazione. La situazione crolla col trascorrere del minutaggio: in certi momenti occorre una maggiore dose di… testicoli.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto» (Charles Baudelaire).