Juve accettabile, Genoa rispettabile

PAGELLE JUVE

Szczęsny 6 Galabinov lo stimola dopo un’ora di gioco. Nel complesso è tutto un ZzzZzz.

Lichtsteiner 6 È artefice del bel velo che porterà la Joya a suggellare l’1-0. Becca il giallo. Per la Vigilia di Natale mi auguro finisca sulla mia tavola al posto del capitone.

27′ st. Chiellini s.v.

Barzagli 6 Al 52′ partorisce un’ingenuità che gli poteva costare cara: per sua fortuna Centurión è un rammollito.

Rugani 6,5 Regge il confronto con l’esuberante Galabinov.

Asamoah 6 Il penalty viene cancellato dal VAR, ok, ma difensivamente è mortificante (indovinate perché). Spero che Allegri lo sgozzi a notte fonda.

Marchisio 6 Saponette al posto dei piedi. Fossi in lui continuerei a farmi fotografare da Robertina mentre fingo di dormire sul divano. Dodicenne.

Bentancur 6 Lambisce il palo con un elettrico rasoterra. Il suo credo fa rima con sfangarsela.

Sturaro 5,5 Lapidatemi.

Bernardeschi 6,5 Sfiora l’1-0 su punizione (Lamanna c’è). Nella ripresa si rilassa.

46′ st. Matuidi s.v.

Dybala 7 Smanioso e parecchio intraprendente. Esultate e gioite, esultate e gioite, tutti voi che piangete, il Nuovo Gesù di Nazareth è tornato al gol.

Orsù, cornamuse, più gaie suonate! Squillate, campane! (Guido Gozzano)

Douglas Costa 6 Lamanna gli nega la rete con un miracolo. Su calcio piazzato spara la sfera a casa di Padoin. Poteva graffiare di più.

16′ st. Higuain 6,5 Il pacioccone argentino fissa il punteggio sul definitivo 2-0. Per il Pipita si tratta del 12esimo centro stagionale. Viva le pappatorie.

All. Allegri 6,5 La Juve raggiunge i Quarti di Coppa Italia (ad attenderla il Toro) dosando sapientemente le forze in vista del big match di sabato con la Roma. Acciuga gioconda.


PAGELLE GENOA

Lamanna 7 Compie un’autentica prodezza su un tiro di Douglas Costa. Incolpevole sulle capitolazioni.

Biraschi 5,5 Carenza di attributi e di tempra.

Rossettini 5,5 Arcigno e falloso.

Gentiletti 5,5 Caotico.

Lazović 6 Effettua qualche utile ripiegamento difensivo.

16′ st. Ricci s.v.

Brlek 5 Era ubriaco? Che atrocità.

Cofie 4 Menomazioni tecniche e mentali allucinanti.

Omeonga 5,5 L’arguzia non fa parte del suo background.

Laxalt 5,5 È parso svogliato.

Galabinov 6,5 È l’uomo più pericoloso del Genoa. Accarezza il legno con una staffilata fulminante. Purtroppo per lui non figurano validi alleati tra i suoi colleghi. Estromesso.

Un alleato deve essere sorvegliato proprio come un nemico (Lev Tolstoj).

32′ st. G. Rossi 6 Bentornato, Pepito.

Centurión 5,5 Fa ridere le scimmie.

26′ st. Pellegri 5 Entra, si fa subito ammonire e cerca di ottenere un rigore (che io avrei dato) tuffandosi come la Cagnotto. Pellegri è un giocatore di grandissima prospettiva (cit. Rambaudi).

All. Ballardini 5,5 L’eliminazione patita dall’undici rossoblù è figlia del superiore estro piemontese. Al Grifone va comunque riconosciuto l’onore delle armi.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto.» (Charles Baudelaire)