Juve pratica, Pescara flebile

PAGELLE JUVE

Neto s.v. Titolare a sorpresa. Esegue un intervento coi pugni – su staffilata di Memushaj – che mi ha fatto finire al manicomio: la Juve ha proprio un bel portierino di riserva. Nel prosieguo, se si esclude un salvataggio di Evra sulla linea di porta, non corre rischi.

Rugani 6,5 La sua performance è votata all’ordine e all’estrema attenzione.

Bonucci 6,5 Leo è il tradizionale faro della Juve (…). Sul resto: leggi Rugani.

Evra 6 Nega agli ospiti di consolarsi col gol-bandiera. Serata di relax per l’ammaliante Patrizio.

Lichtsteiner s.v. Esce in anticipo per… non so: un attacco di dissenteria fulminante? Emorroidi esplose? A quanto pare si è arreso per un problema di stomaco. Formidabile.

25′ pt. Cuadrado 6,5 Entra immediatamente in partita a modo suo, ovvero alternando cose buone ad altre degne di un cretino affetto dalla febbre del sabato sera. D’accordo, lo perdoniamo.

Khedira 7 Clamoroso a Torino: s’è rivisto un famoso crucco. Sblocca il risultato al 36esimo, si inventa dribbling alla Ronaldinho, mette la capoccia sull’azione che consente a Mandzukic di firmare il 2-0 e dopo 2 mesi, stranamente, non è parso in stato comatoso. Resuscitato.

26′ st. Sturaro s.v.

Hernanes 7 Realizza il 3-0 con una spettacolare saetta dalla distanza, fa le capriole volanti e calcia da ogni posizione possibile e immaginabile. Nel complesso si comporta egregiamente. Il fatto sconvolgente? Non ha partorito neppure mezza troiata. Arrostitemi le pupille.

cxqgy7_xgae33nw-jpg-large

Ti potranno tagliare le ali, ma non potranno impedirti di volare.

Asamoah 6 Torna a calpestare l’erba dopo 60 giorni di stop. Lo smalto, per ovvie ragioni, lascia ancora parecchio a desiderare. Crescerà (forse).

Alex Sandro 7 È artefice di giocate pregevoli, incursioni devastanti e qualità spropositata. Vederlo all’opera è un piacere per gli occhi. Sopraffino.

Mandzukic 7 Assist sagace per Khedira, corsa inesauribile e punto del 2-0. Supermario c’è.

39′ st. Kean s.v.

Higuain 6 Colpisce un legno incredibile, si divora una rete e va a corrente alternata. Sufficienza figlia del sacrificio più o meno costante.

All. Allegri 6,5 La Juve riprende da dove aveva concluso prima della sosta per le nazionali: manovra prevedibile, farraginosa e poco sorprendente. La musica cambia drasticamente nella seconda frazione e il 3-0 finale è lì a testimoniarlo. Acciuga convenzionale.


PAGELLE PESCARA

Bizzarri 5,5 Qualcuno lo ha giudicato poco reattivo sul tiro scoccato dal Profeta, ma sinceramente non mi sento di condannarlo a morte. Stesso dicasi per quanto concerne le restanti marcature.

Zampano 5,5 In qualche frangente è costretto a vedersela con Alex Sandro. Stenta.

Campagnaro 6 Mette la sua consumata competenza al servizio della squadra. Stringe i denti, ma dopo l’intervallo è costretto a dare forfait.

1′ st. Vitturini 5 Gli abruzzesi crollano inspiegabilmente dopo il suo ingresso. Probabilmente sarà un caso (o forse no).

Zuparić 5,5 Parte con eccessivo timore ed è approssimativo in due chiusure. Allo scadere sfiora il bottino pieno.

Crescenzi 5,5 Si dà un gran da fare. Non di rado esagera e il suo dinamismo spropositato finisce col fargli perdere la lucidità necessaria ad imbastire le ripartenze.

Brugman 4 Ah, quindi era titolare!? Stocazzo, non me n’ero proprio accorto.

Memushaj 5,5 Si vede che ha maggiore esperienza rispetto ai commilitoni, ma purtroppo per lui non è sufficiente.

Caprari 5,5 Ottima chance al 23esimo: non concretizza grazie al disturbo di Rugani. Il guaio della sua gara? L’isolamento. I compagni lo abbandonano al suo infausto destino.

Chi mangia da solo si strozza in solitudine (proverbio arabo).

Chi mangia da solo si strozza in solitudine (proverbio arabo).

Cristante 6 Molto stimolante il suo confronto con Alex Sandro. Non sfigura, anche se è a causa di un suo errore che Higuain scheggia il palo.

31′ st. Bruno s.v.

Pettinari 5,5 Nei suoi iniziali 20′ sembra un invasato: rincorre chiunque e non sta fermo un attimo. Più avanti si sgonfia come un palloncino.

20′ st. Pepe s.v. Simone Pepinho Presidente degli Stati Uniti.

Biraghi 5,5 Sonnolento nell’episodio in cui i Delfini vanno sotto perché non contrasta Mandzukic perentoriamente.

All. Oddo 5,5 Il Pescara regge per 45′ in maniera più che dignitosa. Cosa cribbio è successo nella ripresa!? Pure Caprari e colleghi hanno preferito scansarsi!? Lo scopriremo nelle prossime puntate.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto.» (Charles Baudelaire)