Napoli irrigidito, Juve beffarda

PAGELLE JUVE

Buffon 6,5 Per parare para, ma quant’è goffo…

De Sciglio 6,5 Al 65esimo stava per combinare la troiata del secolo (con Mertens che preferisce crollare in piena area). Non di rado si perde l’uomo, d’accordo, ma fa comunque una buona figura.

39′ st. Barzagli s.v.

Benatia 7 Che Juve sarebbe senza Benatia? Terrapieno insormontabile.

Chiellini 7- Se fosse privo degli arti inferiori non cambierebbe assolutamente un cazzo (limitato tecnicamente come pochi nell’Universo.) La fisicità e la grinta gli valgono il voto alto.

Asamoah 7 Sogno o son desto!?

Khedira 6+ Non si macchia di strafalcioni. Mantiene sapientemente la posizione senza emozionare.

23′ st. Marchisio s.v.

Pjanić 6,5 Per un’oretta scarsa esagera col possesso e in alcuni casi pecca di presunzione. Nel prosieguo detta legge e offre ai colleghi palloni a dir poco strabilianti.

Higuain 7,5 Sfiora immediatamente lo 0-1, ma Reina è reattivo. Il vantaggio lo concretizza al quarto d’ora sfruttando il delizioso filtrante della Joya. Da monco ha reso ancora di più. Falso invalido.

Una mano vale più di cinque dita (Gianni Monduzzi).

Matuidi 6,5 Esteticamente è un insulto a Cristo e credo nessuno possa negarlo. Però diciamoci la verità: la sua essenza animalesca giova all’intera comitiva.

Douglas Costa 7 Il brasiliano dà estrema profondità alla manovra e questo alimenta considerevolmente l’inquietudine fra le retrovie partenopee. Graffiante.

34′ st. Cuadrado s.v.

Dybala 6 Suo l’assist che consente al Pipita di portare avanti la Juve. Se escludiamo il gesto appena menzionato è l’elemento meno frizzante dell’11 piemontese. Opaco.

All. Allegri 9 Gli si possono addossare critiche su critiche, ma ammettiamolo evitando giri di parole: stasera ha afferrato il Sarrismo e l’ha stuprato quasi ad occhi chiusi. Chapeau. Acciuga suprema.


PAGELLE NAPOLI

Reina 7 Al 4′ protegge alla grande lo specchio della porta opponendosi caparbiamente al tap-in dell’onnipresente Higuain. Il vero miracolo lo compie su una botta di Matuidi che (forse) sarebbe valsa la chiusura anticipata delle ostilità. Innocente sullo 0-1. Repentino.

Hysaj 5,5 L’albanese è distratto e raramente cattivo. Matuidi gli ha fatto la bua.

Albiol 5 Condizione atletica raccapricciante. Primo tempo da dimenticare.

Koulibaly 5,5 L’erculeo senegalese, nella trama che costerà la rete bianconera, si accentra troppo agevolando irreparabilmente il Sig. Gonzalo. Sciatto.

Mário Rui 5,5 Il portoghese si rende protagonista di uno stimolante duello con Douglas Costa. Comincia discretamente, ma a lungo andare difetta in lucidità.

31′ st Maggio s.v. Basta con ‘sto Maggio, su.

Insigne 5,5 Al 65′ una sua maligna staffilata si spegne sul fondo. In due-tre frangenti va vicino al gol (finanche di testa), ma il fantasista azzurro oggi vive sulle ali dell’imprecisione. Appartato.

La solitudine vivifica, l’isolamento uccide (Joseph Roux).

31′ st. Ounas 5,5 Sterile.

Allan 5,5 Sorprende l’angoscia che lo pervade nel misurarsi col centrocampo avversario.

22′ st. Zieliński 5 Vano.

Jorginho 5,5 Zero gaffe, ma pure zero illuminazioni.

Hamsik 5 Poche chiacchiere: il Capitano slovacco non è più lui. Marek, cosa ti turba?

Callejón 5 Il primo sussulto lo partorisce soltanto dopo un’ora di gioco: il suo destro fa quasi la barba al palo. Nel complesso è dannatamente infecondo.

Mertens 5 L’involuzione del belga atterrisce, altroché.

All. Sarri 5 Allegri ha annichilito lui, la sua filosofia e quella di milioni (?) di italiani. Se questo sia un bene o un male, non spetta a me dirlo.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto.» (Charles Baudelaire)