Prossimo turno di serie A: Incroci importanti per l’Europa

Dopo le tante polemiche legate al VAR dell’ultimo turno, la prossima giornata di campionato che segna il debutto di febbraio della Serie A, almeno sulla carta, non dovrebbe cambiare nulla in testa. Sia la Juventus che il Napoli sono impegnate in partite potenzialmente non insidiose. Gli uomini di Max Allegri affronteranno il Sassuolo in casa all’Allianz Stadium di Torino e l’1 fisso sembra un risultato più che scontato mentre gli azzurri di Maurizio Sarri affronteranno domenica sera il Benevento nell’inedito derby campano per la Serie A. I sanniti alla fine del 2017 avevano dato importanti segnali di ripresa ma poi sono incappati nuovamente in più di una sconfitta consecutiva aggrappandosi soltanto alla matematica per sperare ancora nella salvezza.

Se dunque il duo di testa non dovrebbe conoscere ostacoli per i tre punti, molto più ingarbugliata è la situazione per l’Europa sia in chiave Champions che Europa League. La terza forza del campionato, la Lazio, furibonda dopo l’ennesimo torto subito contro il Milan, affronterà nel posticipo del lunedì sera il Genoa che, sconfitto in casa domenica scorsa contro l’Udinese, torna a sentire il fiato sul collo delle squadre maggiormente coinvolte nella lotta salvezza. Il Grifone dunque arriverà a Roma assetata di punti ma non sarà sicuramente facile fermare gli uomini di Simone Inzaghi, dati favoriti da tutti i maggiori siti di scommesse.
La partita che promette maggior equilibrio è indubbiamente l’anticipo del sabato pomeriggio: la sorpresa del campionato, la Sampdoria, reduce dalla vittoria in trasferta contro la Roma, affronta il Torino che con la cura Mazzarri ha migliorato notevolmente il suo rendimento. Una bella partita dunque che probabilmente ci dirà qualcosa in più sulle chance europee del Toro e su quelle da Champions (a questo punto è legittimo aspirarla…) della squadra del presidentissimo Ferrero.
Chi è alla ricerca di una vittoria scaccia crisi è sicuramente l’Inter che affronterà sabato sera un Crotone che, come la Lazio, dal VAR sta ricevendo decisioni perlomeno dubbie. Sulla panchina dei calabresi c’è un ex nerazzurro molto importante nella storia dell’Inter, Walter Zenga, che crediamo sarà applauditissimo dai tifosi di San Siro.
All’ora di pranzo della domenica c’è invece una partita tutta da decifrare. Il Verona che fino ad una settimana fa sembrava destinato alla retrocessione, va a vincere in casa della Fiorentina per 4 a 1 ed aspetta una Roma che le voci di mercato hanno distratto oltremodo ed uscita a pezzi dal doppio confronto ravvicinato con la Sampdoria ottenendo soltanto un misero punto.
La giornata è completata dalla sfida salvezza molto delicata tra Cagliari e Spal, dalla lanciatissima Atalanta contro un Chievo che sta conoscendo un periodo di crisi nera e dal derby degli Appennini tra Bologna e Fiorentina. Gli uomini di Donadoni arrivano all’appuntamento con la sensazione di essere stati penalizzati dall’arbitraggio nella partita persa contro la capolista Napoli. La squadra di Pioli deve invece rifarsi dopo il clamoroso scivolone casalingo contro gli scaligeri. Riuscire a fare quanto meno buone prestazioni contro i rivali rossoblu e poi venerdì prossimo contro gli storici antagonisti juventini, potrebbe ridare quel minimo di serenità che in casa viola sta decisamente mancando negli ultimi giorni.