Juve sfacciata, Udinese smilza

PAGELLE JUVE

Buffon 5,5  Sull’1-0 è innocente. Nega d’istinto il 2-2 a Jankto, ma poi è letteralmente laido sulla marcatura di Danilo. Motivo? Quei campanili li abbrancherebbe finanche il portiere più scarso della 3ª Categoria. Magagne a parte, quello che trovo più vomitevole, è la malafede degli addetti e la tacita accondiscendenza dei Marchegiani di turno (fulminei, invece, quando si tratta di tessere le lodi per i più idioti dei salvataggi). Uomini così sono il male del calcio e si dovrebbero vergognare per il silenzio premeditato nei riguardi del numero 1 della Nazionale. Il Signor Gianluigi Buffon non sa più uscire sulle palle alte, è lento ed è soprattutto vecchio.

Lichtsteiner 6 La calma è la virtù dei forti (…).

45′ st. Bernardeschi s.v. 50 bocca-figa, 100 culo.

Rugani 6,5 Suggella il 2-3 (coadiuvato da Danilo). Suo, inoltre, l’assist per Khedira nell’azione del 2-4. Non di rado pasticcia, ma tiene botta.

Chiellini 6 Sull’1-0 legge malissimo il movimento di Perica. Accorciare o non accorciare? Questo è il problema.

Alex Sandro 5,5 Ormai opera tassativamente con un’antipatia di base a dir poco insopportabile. Io, fossi Andrea Agnelli, contatterei Leoluca Bagarella (visto che è di casa) e gli chiederei cortesemente di gambizzare ‘sto brasiliano del cazzo.

Khedira 8 Partorisce l’inzuccata che significa l’1-2 Juve. Non contento realizza pure quarto e quinto gol. Tripletta crudele. Il crucco d’acciaio è tornato a mietere vittime. Immortale.

Non muoio neanche se mi ammazzano! (Giovannino Guareschi)

Pjanić 6 Pant, pant. Poi però chiude il set segnando il sesto gol.

Cuadrado 5,5 Tira fuori dal cilindro il traversone per la capoccia di Khedira. Inizio promettente, ma quando la Juve resta in 10 non ci capisce più una ceppa e inaugura la sagra delle porcherie.

34′ st. Barzagli s.v.

Dybala 5,5 Si inventa la geometrica punizione per la testolina di Rugani, ma nel complesso fa il solletico al fortino friulano. Ma non lo si può picchiare a sangue? Chiedo eh. Il nuovo Platini.

23′ st. Douglas Costa 6 Si limita ad un saggio possesso.

Mandzukic 4 Si fa ammonire dopo un battibecco con Adnan e nella medesima situazione si fa espellere stupidamente. Boh, sta svalvolando pure lui. Al direttore di gara ha poi detto: “Io non so chi sei, non so che cosa vuoi. Ma io ti cercherò, ti troverò e ti ucciderò”. R.I.P. Doveri.

Higuain 6,5 Non sfigura e corre come un dannato. Francamente penso una cosa: non di rado esagera con la generosità e il sacrificio. Va talmente oltre che a tratti comincia a ricordarmi il Vialli dei tempi che furono (ok, trucidatemi e datemi fuoco). Dovrebbe essere più concreto, ma si sa: Allegri imbastardisce chiunque. Anche i cicciomonghi.

All. Allegri 7 La Juve non riesce a muovere velocemente la palla. L’avvio non promette nulla di buono, ma dopo lo svantaggio i bianconeri salgono in cattedra e ribaltano il punteggio. Tutto questo fino al secondo cartellino sventolato sul grugno di Mandzukic. Nella ripresa viene fuori il maggiore tasso tecnico dei piemontesi e – nonostante l’inferiorità numerica – Buffon e colleghi conquistano 3 punti terminando il match addirittura in goleada. Acciuga maschia.

 

PAGELLE UDINESE

Bizzarri 5 C’hai 80 anni non ti reggi manco in piedi, non ti reggi!

Danilo 5,5 D’accordo, firma il pari, ma a difendere è proprio un somaro.

Nuytinck 5 Il difensore olandese è parso in imbarazzo costante. La macchia sulla realizzazione di Rugani grida ancora vendetta.

Samir 4,5 È artefice dello scellerato colpo di testa che permette alla Juve di agguantare l’1-1. Un cretino con lampi d’imbecillità.

22′ st. Pezzella s.v.

Ali Adnan 5,5 Evitiamo. Comunque l’iracheno innesca indirettamente il nervosismo di Mandzukic (che costerà a quest’ultimo il rocambolesco rosso). Autobombe e tricche tracche per tutti.

Chi supporta una causa giusta non può essere mai chiamato terrorista (Yasser Arafat).

28′ st. Stryger s.v.

Hallfredsson 5,5 Non era in giornata.

De Paul 5,5 Regala due-tre spunti interessanti, ma da lui ci si aspettava qualcosa in più. Delusione.

Fofana 5 Se sei ivoriano, e non ti chiami Didier Drogba, dovresti dedicarti esclusivamente alla raccolta dei preservativi usati (e indossati da qualche sieropositivo thailandese). Senza offesa.

Jankto 6 Il calciatore ceco è una discreta spina nel fianco. Lui e Perica sono gli unici dell’Udinese a salvarsi.

Perica 6,5 Manda Chiellini al bar nell’episodio che vale l’1-0. L’attaccante croato dà parecchio filo da torcere alla retroguardia juventina e non lesina l’impegno.

37′ st. Balić s.v.

Maxi López 4,5 Sì, anch’io mi sono trombato alla vigliacca Wanda Nara.

All. L. Delneri 3 Questo personaggio mi causa un mix di pena, ilarità e xcljxvcklvcx. Non sto affatto scherzando. Mi fermo qua perché non voglio infierire né su di lui, né sulla sua patetica banda di rammolliti. Vivo la vita un quarto di Google Translate alla volta.

About Cristian Cinabro

View all Posts

«Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto» (Charles Baudelaire).